10 consigli per partire con l’auto in inverno

Come ogni anno, tra Natale e l’Epifania migliaia di persone saluteranno città, lavoro e solito tran tran per andare a godere le meritate vacanze invernali. Con gli uffici e le scuole chiuse il richiamo delle piste da sci si fa irresistibile, spingendo una buona fetta di italiani a caricare bagagli e famiglia in macchina verso le montagne.

Così come accade con le vacanze estive, però, anche quando si parte a fine dicembre bisogna prendere qualche accortezza, per non rischiare di far finire il viaggio (e il relax) prima ancora di esserselo goduto. Anzi, con le condizioni climatiche avverse che caratterizzano questa parte dell’anno, la prudenza deve essere – se possibile – addirittura maggiore. Per questo, abbiamo stilato una lista di 10 consigli da tenere bene a mente prima e durante un viaggio in auto in inverno. Eccoli!

10 CONSIGLI PER AFFRONTARE L’INVERNO IN AUTO

1 – HAI MONTATO GLI PNEUMATICI INVERNALI?

Le gomme invernali rendono al massimo quando la temperatura è compresa tra -20° e 7°, e questo dovrebbe bastare per far capire quanto siano preziose nella lotta contro le intemperie della stagione fredda. Sebbene la legge non li imponga, gli pneumatici winter sono degli alleati di primo livello quando si vuole viaggiare in inverno in sicurezza.

performance gomme invernali

Il codice della strada, infatti, parla generalmente di “dotazioni invernali”, comprendendo nella definizione anche le catene da neve. Dal 15 novembre al 15 aprile sulle strade italiane è obbligatorio circolare con almeno una delle due soluzioni a bordo, ma perché bisognerebbe preferire le gomme invernali?

Principalmente, per le ottime prestazioni che assicurano su fondi stradali sdrucciolevoli. Su un tratto di strada innevato, lo pneumatico invernale riduce il tempo di frenata di oltre il 50% rispetto ad uno estivo.

2 – CONTROLLA FRENI E LIQUIDI

Le performance dell’impianto frenante (e in generale di tutte le parti meccaniche) possono essere compromesse dalle temperature rigide di questo periodo. Una controllata andrebbe fatta sempre prima di un viaggio, e in particolar modo è meglio prestare una dose di attenzione supplementare quando i gradi sul termometro precipitano verso lo zero (e oltre).

controllare olio acqua motore auto

Anche acqua e olio potrebbero risentire degli sbalzi termici, un check dei loro livelli ti farà partire più sereno. Un capitolo a parte, ovviamente, lo merita l’antigelo. Versato in aggiunta all’acqua all’interno del radiatore, garantisce un drastico abbassamento della temperatura di solidificazione in ghiaccio. Parliamo di -40°, una gradazione che – a meno che tu non abbia in programma quella gita in Siberia che rimandi da un sacco – dovrebbe escludere spiacevoli inconvenienti in tal senso.

Si chiama antigelo, ma svolge anche il compito opposto. L’ebollizione, infatti, viene “ritardata” di una trentina di gradi. E 130°, anche con l’effetto serra e il surriscaldamento di terra e motore, difficilmente si possono raggiungere.

3 – OCCHIO AL CLIMATIZZATORE

Resisti, resisti sempre alla tentazione di “sparare a manetta” l’aria del condizionatore. Un clima troppo caldo nell’abitacolo favorisce il torpore, con possibili colpi di sonno e simili. Pericoli quotidiani, certo, ma che a maggior ragione non vorremmo correre nel bel mezzo di un tornante.

bambini in auto

Meglio quindi impostare un ambiente confortevole, ma non troppo. Evitiamo di battere i denti, ok, ma anche l'”effetto sauna” o “divano col plaid”. La temperatura ideale da mantenere all’interno della vettura non dovrebbe mai variare dai 20°/25°. A temperatura ottimale dell’auto raggiunta, imposta il condizionatore sulla modalità riciclo, per mantenere i gradi senza disperdere calore ed energia.

4 – PARTI… CON CALMA!

Molti hanno l’abitudine di lasciare la macchina accesa per far scaldare il motore prima di partire. In realtà, con i moderni propulsori, non ce ne sarebbe bisogno. Ciò che invece è utile per far partire l’auto in inverno senza comprometterne l’efficienza è avviarsi gradatamente, con giri del motore bassi e senza stress o strappi improvvisi prima che il “cuore del veicolo” non sia entrato in piena attività.

Conta poi che alcune componenti, come la pompa dell’acqua, si scaldano meglio quando la vettura è in movimento. Il riscaldamento del motore, pertanto, deve essere uniforme, e per far sì che ciò accada la cosa migliore è una guida tranquilla.

controllare aria condizionata auto

Tra l’altro, una buona fetta di quelli che lasciano andare per 5 minuti il motore in folle hanno anche l’abitudine di dare delle “sgasate” a vuoto, con l’intento di farlo entrare prima in pista. Ecco, decisamente meglio evitare.

5 – ATTENZIONE AI TERGICRISTALLI

Capita a tutti, specie la mattina presto. Usciamo dal caldo delle nostre case per entrare in macchina e sappiamo di dover fronteggiare uno dei più grandi nemici delle nostre mani: il ghiaccio su parabrezza, finestrini e lunotto posteriore. In tanti, presi dalla fretta, provano a “scrostare il ghiaccio” con i tergicristalli. Male, molto molto male.

controllare-tergicristalli-auto

Andare di raschietto, aiutandosi con il condizionatore (questa volta sì, al massimo) per ammorbidire la lastra e scioglierla prima. Inutile soffermarsi sulla pericolosità del versare acqua calda sul parabrezza per velocizzare le operazioni. L’elenco dei motivi per cui sarebbe dannoso per i vetri della tua auto è sconfinato, facciamo prima a consigliarti di evitarlo.

Tornando ai tergicristalli, prima di partire per un viaggio in inverno con la tua auto dai loro una controllata, per essere sicuro della loro efficienza. Puliamo le gomme per mantenere la migliore aderenza al vetro o – se necessario – sostituiamoli. Anche nella vaschetta del liquido lavavetri è buona norma versare dell’antigelo diluito.

6 – LA BATTERIA DELL’AUTO È A POSTO?

A quanti è capitato di provare ad accendere la batteria dell’auto in inverno e ricevere come risposta un singhiozzo strozzato? Purtroppo, le basse temperature possono compromettere le batterie delle vetture.

jahreswagen mercedes vantaggi

Bisogna tenere anche presente il fatto che d’inverno, generalmente, si consuma molta più energia che nelle stagioni calde. Ricordiamoci di spegnere sempre radio, condizionatore e luci prima di girare la chiave e fermare la vettura. Anche se questi strumenti si spengono in automatico, la batteria dovrà “sorreggerli” a freddo quanto riaccenderemo il quadro.

Anche in questo caso, naturalmente, una visita dall’elettrauto è consigliatissima se si hanno dubbi, o se la batteria inizia ad avere qualche anno di vita.

7 – OPTA PER UN CARBURANTE SPECIALE

Nelle stazioni di servizio montane non è difficile trovare carburanti speciali trattati con l’antigelo. Durante la settimana bianca meglio rifornirsi lì, senza provare i classici rimedi casalinghi potenzialmente in grado di farvi passare una splendida vacanza natalizia tra le mura domestiche.

guerra al diesel in Italia

8 – FAI UN CHECK DELLE LUCI (TUTTE!)

Il 21 dicembre è il solstizio d’inverno, il giorno dell’anno dove il dì è in assoluto più breve e la notte – al contrario – più lunga. Per farla breve, nella stagione fredda fa buio presto. E le luci dell’auto, nel caso non te ne fossi accorto, sono molto importanti quando fa buio.

controllare luci auto

Occhio a tutte le luci, da quelle di posizione a quelle dei freni, fino agli abbaglianti e anabbaglianti. Non vorrai che l’automobilista dietro di te in discesa non si accorga che stai frenando, vero?

9 – ANCHE L’AUTO DEVE VESTIRSI PESANTE

Tu metti il cappotto, la tua famiglia mette il cappotto, addirittura il cane mette il cappotto. E l’auto? Sì, anche la macchina ha bisogno di una copertura. Dalle soluzioni low cost, come la cara vecchia coperta della nonna sul cofano, ai teli termici ultra moderni le soluzioni sono diverse e tutte consigliabili.

coprire-auto-inverno

Proteggi il motore e la batteria dal freddo, eviti la glaciazione dei tuoi vetri e allontani fastidi e problemi. Non sarà il massimo dell’estetica, ma a volte la praticità vale più dell’immagine.

10 – KIT DI EMERGENZA A BORDO

Pur con tutte le precauzioni di questo mondo, qualche inconveniente può sempre capitare. È sempre buona norma avere con sé un Kit di emergenza, con al suo interno questi strumenti:

  • Cacciavite
  • Cavi elettrici
  • Raschietto
  • Giubbotto catarinfrangente
  • Torcia
  • Triangolo
  • Chiavi inglesi
  • Cric e tavoletta di legno (da posizionare in caso di fondo sdrucciolevole)
  • Guanti da lavoro isolanti
  • Mantellina impermeabile (sotto la pioggia o la neve, ci ringrazierai)

Hai fatto una checklist di tutte le cose da controllare e da portare con te in viaggio in auto d’inverno? Molto bene, non resta che augurarti buone vacanze!

Postato il 14 dicembre

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi