European Automotive Consumer Research: il futuro del settore automobilistico

European Automotive Consumer Research: il futuro del settore automobilistico

L’European Automotive Consumer Research di Barcellona il 16/06/21 ha pubblicato un’indagine effettuata con oltre 2000 utenti presenti negli stati dell’Unione Europea tra cui Spagna, Germania, Francia, Italia e Regno Unito, che ha portato a risultati veramente interessanti su come i guidatori vedono il settore Automobilistico e le sue relative evoluzioni nei prossimi anni, anche in seguito della pandemia Covid-19.

Gli argomenti principali che la ricerca ha analizzato si basano su:

  1. Acquistare una nuova autovettura dopo la pandemia;
  2. Impatto ambientale delle autovetture;
  3. Eco-Sostenibilità per il futuro;
  4. Come sono cambiate le abitudini di spostamento post Covid;
  5. Come l’auto permette ai guidatori di essere indipendenti;
  6. Come la tecnologia sta cambiando il settore automobilistico;
  7. Come la sicurezza e l’indipendenza dipendono dal possesso di un veicolo.

La ricerca ha prodotto una stima di come i guidatori europei intendono il mercato delle automobili e di come la loro idea verso questo settore sia mutata dopo la pandemia… e i risultati sono davvero sorprendenti!

Infatti il 46% dei guidatori europei dopo la pandemia ha visto cambiare la propria opinione verso la mobilità, ponendo la propria attenzione nell’evitare inutili rischi legati al possesso di un autovettura, che al contempo, è diventata parte integrante della “confort zone” domestica. Quindi il Covid ha trasformato la concezione di automobile, diventata ormai come un’estensione della propria casa.
Inoltre il 72% degli intervistati dice di non potersi immaginare in un contesto presente e futuro dove non è il diretto proprietario della propria automobile.
Questo è un dato estremamente importante, in quanto va a minare la concezione che il settore automobilistico si stesse spostando interamente su servizi di car sharing e leasing.


L’esperienza di guida è diventata fondamentale, infatti il 64% delle risposte al sondaggio ha evidenziato che l’esperienza di guida è diventata sinonimo di libertà allo stato puro. Questo senza tralasciare l’enorme sensibilizzazione verso la questione Green e impatto ambientale. Infatti oltre il 46% degli intervistati si è dimostrato, a seguito della pandemia, molto più consapevole dell’inquinamento che una vettura produce ad ogni viaggio e pertanto vede una chiara soluzione nelle auto elettriche ed ecologiche, considerando l’acquisto di una di queste entro i prossimi 3 anni.

Power supply for electric car charging,Electric car charging station
Anche le abitudini di spostamento si sono parecchio ridimensionate dopo il Covid-19. Infatti, il 55% degli automobilisti non vuole più rinunciare a passare del tempo di qualità in contatto con la natura e all’aria aperta, praticando ciclismojogging e preferendo queste attività alla guida (quando possibile). Addirittura il 38% dei guidatori ha come obiettivo quello di lasciare la vita nelle grandi città per spostarsi in periferia per poter praticare attività all’aperto, ma la cosa più sorprendente è che l’automobile è lo strumento perfetto per realizzare la propria indipendenza in questo senso.

Per quanto concerne le abitudini d’acquisto, i compratori di autovetture vogliono cose:

  • Tante possibilità tra cui poter scegliere;
  • Potersi confrontare con amici o parenti prima di effettuare la scelta d’acquisto.

In conclusione stiamo andando verso un futuro dove essere proprietari di un autovettura è fonte di libertà, divertimento ed autorealizzazione, rimanendo sempre fedeli al rispetto per l’ambiente ed ampliando i propri orizzonti verso tecnologie sempre più Green.

Postato il 16 luglio

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi