Mercedes Classe A è tra le candidate al Car Of The Year 2019

La nuova Mercedes Classe A è stata inserita nel ristretto circolo delle candidate al Car Of The Year 2019. Dicembre, tradizionalmente, è l’occasione giusta per tracciare un bilancio dell’anno appena trascorso, e l’opportunità per iniziare a ipotizzare quello che succederà nei prossimi 12 mesi.

L’elezione dell’auto dell’anno 2019 avverrà come da prassi in concomitanza con il Salone di Ginevra, ai primi di marzo, ma già da ora sappiamo quali saranno le 7 vetture che si “giocheranno il titolo”. Ci sono Alpine A110, Ford Focus, Kia Ceed, Peugeot 508, Citroen C5 Aircross e Jaguar I-Pace.

Soprattutto, però, c’è Mercedes Classe A.

MERCEDES CLASSE A 2018

Dopo il grandissimo successo della precedente generazione, una sorta di rivoluzione per il modello (datata 2012), la Classe A è tornata nel 2018 con una versione tutta nuova, dal design allo stile, per arrivare al vero punto di forza: la tecnologia.

IL DESIGN

Il look è semplice, pulito ed immediato. Stop alle nervature, linee dinamiche e sportive, strizzando l’occhio ai giovani senza dimenticare il DNA Mercedes, fatto di qualità, attenzione ai dettagli e personalità premium.

design-mercedes-classe-a

Lo spoiler sul tetto rivela la natura aggressiva della Mercedes Classe A, le dimensioni maggiorate (+12 cm in lunghezza, +2 in larghezza, +1 in altezza) conferiscono una migliore padronanza della strada.

INTERNI

Il concept della nuova Mercedes Classe A ruota intorno al principio della User Experience. L’abitacolo deve essere confortevole, pratico e vivibile per tutti i passeggeri.

L’ambiente è armonico, ben curato e molto, molto tecnologico. I centimetri guadagnati in ogni direzione regalano più spazio per gambe e bagagli.

TECNOLOGIA

Il piatto forte della nuova Mercedes Classe A è sicuramente rappresentato dall’innovativo sistema Multimediale MBUX (Mercedes-Benz User Experience), uno strumento che ha l’ambizione di stravolgere totalmente i paradigmi del rapporto tra automobilista e vettura.

Giusto per rendere l’idea di quanto la casa tedesca stia puntando sull’MBUX, basti pensare che è di serie su tutti gli allestimenti, fin dall’entry level.

mercedes-classe-a-mbux

L’interfaccia grafica si fregia di un doppio schermo Touchscreen. Si può scegliere tra due display da 7″, uno da 7″ e uno da 10,25″ o, addirittura, due “megaschermi” da 10,25″ l’uno.

Ciò che non cambia è la sostanza. I comandi sono azionabili dallo schermo touch, dal touchpad posizionato vicino al cambio o dai pulsanti sul volante. In alternativa, se le mani sono troppo occupate a guidare, si può parlare.

Attenzione, non intendiamo i soliti comandi meccanici e spersonalizzati. Mercedes MBUX interpreta il linguaggio naturale. Chiedigli che ore sono, di chiamare a casa o qual è la pizzeria più vicina, lui saprà la risposta. Per iniziare a conversare con l’auto, basterà dire: “Hey, Mercedes!”.

Questo è solo uno dei vantaggi di questo sistema, per conoscere tutti gli altri leggi l’articolo che gli avevamo dedicato qualche mese fa.

Oltre all’infotainment, tecnologicamente parlando Mercedes Classe A è al Top anche nella sicurezza. Particolarmente interessanti il Cruise Control Adattivo Distronic e la frenata di emergenza, con sterzo attivo e Pre-Safe Plus, utile ad evitare tamponamenti.

Salendo di livello, il “pacchetto ADAS” si arricchisce con telecamere, sensori 3D e altre strumentazioni futuristiche.

MOTORIZZAZIONI

Quattro allestimenti: Executive, Business, Sport e Premium. In realtà ce ne sarebbe un quinto, il Business Extra, riservato esclusivamente al canale del Noleggio a Lungo Termine.

motori-mercedes-classe-a

Sotto al cofano? Occhio al Benzina 1.3 da 163 CV e al 2.0 da 224 CV. Per quanto riguarda il Diesel, fari puntati sul 1.5 da 116 Cv che, in barba a tutte le demonizzazioni, garantisce i più alti standard in materia di lotta alle emissioni (è omologato Euro 6d-Temp).

Postato il 04 dicembre

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi